SICILIA – COSTA EST

Carlo KP 4 gennaio 2013 0
SICILIA – COSTA EST

La Sicilia è sicuramente una delle regioni più ventose d’Italia.

Le diversissime caratteristiche geomorfologiche, la sua vastità, i suoi 1000 Km e più di coste ne fanno un ottimo luogo dove fare Windsurf, Kitesurf e Surf da Onda.

Facendo il giro della Sicilia troviamo un po’ tutte le condizioni possibili: Il vento termico di Tremestieri a Messina, lo Stagnone a Marsala, Torre di Gaffe ad Agrigento, le condizioni Wave side off di Puzziteddu a Mazara del Vallo con il ponente ed il libeccio, S. Leone ad Agrigento, Marina di Ragusa, le condizioni di surf da onda di Cefalù e Portopalo a Siracusa con un forte libeccio. Possiamo dividere la Sicilia in tre settori: Quella settentrionale, quellameridionale e quella orientale.

 La costa nord: La costa settentrionale, tirrenica, si estende da Capo Peloro, nei pressi di Messina, a Capo Lilibeo vicino a Marsala e si presenta generalmente alta e frastagliata

MESSINA

– CAPO D’ORLANDO

Descrizione: Zona sabbiosa senza pericoli. Nel periodo primavera/estate ottimo per il Freedire, in autunno/inverno Wave.

Venti: Grecale, da terra con velocità da 6-14 m/s, scirocco con velocità da 4- 13 m/s.

Discipline: Spot freeride/slalom che lavora bene soprattutto d’estate con venti termici di levante e scirocco. Nei mesi invernali si può surfare con condizioni wave con venti da nord, nord/ovest di perturbazione. Il freeride e lo slalom sono praticati nella spiaggia Nettuno, vicina allo stadio di calcio, con venti da est di intensità variabile tra i 10 e i 20 nodi. Invece si può praticare wave con venti di ponente e maestrale di intensità variabile tra i 10 e i 30 nodi e onda da 1 a 2 metri e mezzo mure a sinistra, nei pressi del faro di Capo d’Orlando.

Periodo migliore: Tutto l’anno

MESSINA

– IL PILONE, Capo Peloro

Descrizione: Mitico e suggestivo spot, dove anche la più lieve brezza di scirocco rinforza notevolmente, consentendo di uscire con tavole Freestyle e Wave durante tutto l´arco dell’anno. È lo spot più a nord della Sicilia, distante solo 3 km dalla prospiciente costa calabra.

Tipo di spiaggia: Lo spot e’ molto frequentato e si trovo su di un’ampia spiaggia con ciottoli fini/grossi con il fondale che va subito in profondità. La spiaggia non ha particolare attrezzature.

Venti: Scirocco. I venti dello stretto qui si incanalano (lo scirocco in particolare) e raggiungono intensità considerevoli anche di 40 KNOTS (Nodi marini). Lo spot non e’ molto consigliato ai principianti. Si possono praticare un po’ tutte le discipline in base alle condizioni del vento.

 – TREMESTIERI

Descrizione: La Torbole del sud, lo spot estivo per antonomasia. Zona di sabbiosa e ciottoli. Condizioni di vento termico acqua piatta e chop. Si esce da maggio a settembre con tavole freestyle e race. Particolarmente ventosi i mesi di luglio e agosto, grazie all’instaurarsi dell’alta pressione, che consente al mitico vento termico locale, il GRECALE, di soffiare durante tutta la giornata (dalle 10 di mattina alle 18 e talvolta anche di notte).

Venti: Grecale, termico da 12 a 20 nodi.

Discipline: Slalom,

– SCALETTA

Descrizione: Questo spot è battuto dallo stesso vento termico di Tremestieri, il mitico GRECALE, che qui soffia un po’ meno forte e soprattutto cala un paio di ore prima. Tuttavia i chiop sono molto più alti (talvolta raggiungono i 2 metri) grazie al fatto che questo spot è in mare aperto, all’esterno dello stretto.

Come arrivare: Uscite allo svincolo di TREMESTRIERI (MESSINA) e proseguite verso sud per circa 24 KM. Lo spot è sotto la piazza d´ITALA, si scende da un discesina posta di fronte al bar.

Attenzione: Spot sconsigliato ai kiters sia perché la spiaggia e’ piccola e affollata, sia per la presenza di cavi dell’alta tensione della ferrovia (molto vicini). A questo si deve aggiungere che spesso il vento è troppo forte.

– PACE

Descrizione: Spot freestyle, freeride e race, ideale per esordienti del funboard o racers incalliti. Acqua piatta e venti di grecale termico e scirocco, anche se più leggeri che altrove.

Come arrivare: Uscite allo svincolo di “Messina Boccetta” e proseguite attraverso la città sino a raggiungere la litoranea. Lo spot è a circa 6 km. dall’imbarcadero dei traghetti privati.

– BANZAI

Descrizione: Mitico spot da Waver incalliti, lavora solo in condizioni di perturbazione da OVEST-NORD/OVEST. Si esce mura a sinistra e spesso e volentieri si surfa frontside. Ottimo per raggiungere altezze siderali col vostro wave.

Come arrivare: Superato lo spot del Pilone, proseguite verso Mortelle. Banzai si trova circa 800 metri dopo il ristorante “La risacca dei due mari”, dieci metri prima della discoteca “Last beach”.

  –MORTELLE (Spiaggia d´oro)

Descrizione: Spot wave con venti di ponente e maestro che si trasforma in spot da speed con vento di scirocco, che qui rinforza scendendo dalla montagna e spazza la sabbia fine che caratterizza la spiaggia. Sembra proprio Sotavento, infatti lo scirocco entra angolato a 45 gradi da terra, consentendo laschi mozzafiato paralleli alla costa, a pochi centimetri dalla spiaggia.

Come arrivare: Superato lo spot del Pilone, proseguite sulla costa tirrenica. Mortelle si trova a circa 2 km dal pilone.

CATANIA

 

– LA PLAYA

Descrizione: Spiaggia sabbiosa senza pericoli. Fruibile tutto l’anno per il Windurf e il Surf, solo mesi invernali per il Kitesurf, dato l’alto numero di bagnanti presenti sulla spiaggia.

Venti: Nello spot e’ frequente un vento termico da NE estivo anche se non molto frequente e che non supera mai i 15 nodi. In caso di perturbazioni il Grecale può arrivare a 18-20 nodi. Venti presenti:Ponente, Grecale, Scirocco.

Discipline: Wave, Freeride, Slalom.

Periodo migliore: Tutto l’anno.

 

Leave A Response »

You must be logged in to post a comment.

Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
[ + ]