PER GLI AMANTI DEL WAVE ARRIVA INDIO KITECAMP

Carlo KP 17 aprile 2012 0
PER GLI AMANTI DEL WAVE ARRIVA INDIO KITECAMP

Siete pronti per surfare alcune tra le onde più belle del mondo?!.. date una letta a questo articolo e non riuscirete più a dormire…

All’arrivo nel minuscolo aeroporto ho cominciato a preoccuparmi, e la mia preoccupazione è continuata sul taxi che si muoveva attraverso il nulla… era tutto cosìlontano, senza internet, senza ospedali, telefono, negozi… Quando siamo arrivati e ho visto il set up che si è presentato davanti ai miei occhi, con i piccoli ostelli sulla spiaggia, le onde perfette che rompevano di fronte, i local così cordiali e poi il cibo delizioso, hanno fatto cambiare presto il mio umore e ho capito subito che questo era “IL” posto che avevamo a lungo cercato. La nostra terra era di fronte alla migliore onda per il kite che avessi mai visto, vicina alla spiaggia, tranquilla e perfetta.

Da allora è cambiato molto, abbiamo addirittura ottenuto la connessione wireless e la ricezione del cellulare, il che ci rende un po’ meno isolati dal resto del mondo.

L’esperienza più grande è stata quella di costruire una casa in Indonesia, senza leggi alle quali appoggiarsi, solo con la fiducia della popolazione locale e una sensazione costante d’incertezza che ci attanagliava lo stomaco. Nel corso degli anni ci siamo fatti degli amici fidati, anche se, quando si parla di soldi, non ci si può fidare di nessuno. Due anni fa abbiamo deciso che ci saremmo costruiti la nostra casa e, dopo quattro mesi di duro lavoro, con Bertrand che doveva controllare ogni movimento degli operai, la casa era finita. Sono rimasta impressionata dal lavoro che Bertrand ha fatto con gli operai e come ha affrontato tutto il processo, poiché ci sono delle differenze enormi nelle nostre culture e nell’etica del lavoro. In Indonesia la cosa più importante è quella di comportarsi sempre bene con le persone e tenerseli amici, perché non hanno nulla. Gli indonesiani hanno forte in sé la contrattazione e, a volte, tendono ad avere un rapporto un po’ complicato con il denaro, bisogna essere rigorosi ma al tempo stesso non perdere mai la calma, ci si può lamentare e impartire istruzioni, ma tutto con il sorriso. A volte può rivelarsi una bella sfida e, quando mi guardo indietro, resto sorpresa da ciò, che siamo riusciti a realizzare, la casa è bellissima! Abbiamo ottenuto gli allacci dell’acqua e la corrente elettrica, con noi c’è una famiglia locale che si prende cura della casa quando non ci siamo e cura di noi quando siamo sull’isola, cucinando, pulendo e tenendoci compagnia con i loro sorrisi.

Forse la cosa che apprezzo di più di questa vita è la semplicità, mi sento sempre felice e tranquilla, ho la sensazione che stare così lontano da tutto sia un bene per avere una visione diversa delle cose. Adoro anche non aver bisogno di un’auto! Odio guidare e mi sembra una perdita di tempo, qui arrivo agli spot a piedi, ogni giorno la vita è surf, kite, mangiare bene, stare con gli amici e dormire. Ormai gli amici ci vengono spesso a trovare per qualche tempo, stanno qui u po’ e poi ne arrivano altri.

Abbiamo iniziato a fare i camp di wave riding due anni fa e velocemente la cosa è diventata molto popolare. Il fatto di avere solo tre persone ai camp per settimana, rende possibile focalizzarci sull’insegnamento personalizzato. La stagione ventosa qui è piuttosto breve, due mesi con vento costante (Settembre e Ottobre), ma che condizioni! Credo che sia il posto miglior al mondo per il waveriding. Il vento si alza intorno alle 12:00, e soffia perfettamente side shore, mantenendo le onde pulite. Avere dei point break definiti aumenta la sicurezza e i canali di fuga sono veramente grandi. Se qualche rider ha un po’ paura o sono meno esperti, c’è la possibilità di starsene più sulla spalla e andare più nell’inside solo quando si sentiranno più sicuri. Dal momento che il vento non si alza prima delle 12:00, fare surf qui la mattina è qualcosa di fantastico! Abbiamo trovato moltissimi spot di qualità girando l’isola, sia destre sia sinistre quindi, se un giorno non dovesse esserci vento, non c’è da preoccuprasi, si può sempre optare per una session di surf o di S.U.P.La maggior parte dei rider che abbiamo avuto sull’isola, ha migliorato notevolmente il proprio wave riding e la comprensione delle onde. Durante i camp realizziamo i filmati che sono osservati la sera, per comprendere gli errori e ricevere consigli. Qualcuno rimane molto sorpreso, altri si deprimono un po’ quando si vedono filmati, ma penso che questo sia il modo migliore di imparare!

Non c’è solo kite o surf sull’isola, abbiamo delle moto con cui è possibile girare l’isola e l’interno o si può andare a pesca, giocare a pallavolo, godersi un massaggio, mangiare buon cibo indonesiano, bere succo di mango fresco, e anche stare solo davanti alla tv o su FB.Abbiamo sposato l’idea di voler proteggere il più possibile questo luogo incontaminato e tenerlo lontano dal turismo di massa, infatti, non diciamo mai né il luogo né il nome dell’isola. Possiamo solo dire che è a una quarantina di minuti di volo da Bali e quindi abbastanza facile da raggiungere e che qui forse potrete sperimentare il miglior wave riding del mondo!

Per altre informazioni potete visitare il sito www.indokitecamp.com alla sezione kitecamp.Vi aspettiamo,
Tuva Jansen e Bertrand Fleury

Info Kitecamp:
Dal 1 Settembre al 1 Novembre, su prenotazione, massimo tre posti a settimana, alloggio nella casa privata di Bertrand Fleury e Tuva Jansen, cibo e bevande (non alcooliche) comprese, video allenamento ogni giorno, gita di pesca in barca, due ore di massaggio la settimana, CD con le foto a fine camp. Non è un camp per principianti, è necessario avere un buon controllo, bolina sicura, rilancio in qualsiasi condizione e anche una certa esperienza di wave riding, in quanto è un camp di perfezionamento. Video coaching personalizzato per osservare, correggere, dare consigli e migliorare. Possibilità di fare surf il mattino con onde perfettamente glassy e, subito dopo pranzo, il vento si alza e si trasforma in un wave spot perfetto per il kite. La casa è sullo spot. Volo da Bali e poi due ore di auto e si arriva nel paradiso misterioso. Poiché i posti sono limitati a un numero di tre rider a settimana, chi fosse interessato dovrebbe già programmare adesso la sua incredibile esperienza indonesiana. Potete compilare il modulo d’informazioni sul sito o scrivere a indokitecamp@hotmail.com.

Leave A Response »

You must be logged in to post a comment.

Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
[ + ]